Wednesday, August 06, 2014

La Mia Citta



Odio andare di fretta, i rumori, la nebbia, 
il tempo appeso, di questa città
Odio le scarpe col tacco, 
che incastro distratta 
nei tombini invadenti di questa città
Odio me stessa allo specchio 
non per il difetto, ma per stupidità
Amo restare in giro sapendo di tornare sempre in questa città

E dimmi se c'è un senso al tempo, al mio vagare inutile,
e dimmi se c'è davvero una meta o dovrò correre per la felicità

E corro corro avanti e torno indietro 
scappo, voglio, prendo e tremo, 
stringo forte il tuo respiro 
e penso a me che non ho un freno 
spingo forte non ti temo 
voglio tutto voglio te...
Voglio te, voglio te, voglio te



Amo il traffico in centro, parcheggiare distratta, 
il tuo sorriso, la mia instabilità
Amo fare l'offesa senza neanche una scusa 
fare pace la sera, spegni la città
E amo me stessa per questo per egocentrismo, senza, razionalità
Amo prenderti in giro sapendo di tornare sempre, nella mia città

E dimmi se c'è un senso al tempo, 
al mio vagare inutile,
e dimmi se c'è davvero una meta,
o dovrò correre per la felicità

E corro corro avanti e torno indietro, 
scappo, voglio, prendo e tremo, 
stringo forte il tuo respiro 
e penso a me che non ho un freno 
spingo forte non ti temo, 
voglio tutto, voglio te
voglio te, voglio te, voglio te



E dimmi se lo vuoi
E dimmi che non sei
Soltanto un riflesso confuso che guardo sul fondo di me

E corro corro avanti e torno indietro, 
scappo, voglio, prendo e tremo, 
stringo forte il tuo respiro 
e penso a me che non ho un freno s
pingo forte non ti temo, 
voglio tutto voglio te,
voglio te, voglio te, voglio te, voglio te...

Voglio te, voglio te, voglio te, voglio te...


Post a Comment